L’appello della Filca-Cisl: “Subito un piano per le grandi opere, non c’è più tempo da perdere”

Come nel ’29 per uscire dalla grande depressione: per uscire dalla crisi economica dovuta alla pandemia serve un New Deal, un piano di investimenti e opere pubbliche per riaccendere l’occupazione e il motore dell’economia. A chiederlo è il sindacato Filca della Cisl, che rappresenta l’edilizia. E che indica almeno cinque grandi opere incompiute nel Lazio su cui puntare subito per il nuovo New Deal: la Orte-Civitavecchia, «opera iniziata nel 1973 e mai completata ancora oggi ferma alle porte di Montemarano – scrive il sindacato in una nota – il collegamento autostradale fra Roma e Latina, concepita nel 2001 ma subito entrata in un vortice dei ricorsi, la messa in sicurezza dell’arteria Monte Lepini, la Metro C di Roma, la ricostruzione del post terremoto». 

L’elenco delle grandi opere pubbliche incompiute sarebbe più lungo: il raddoppio del ponte della Scafa tra Ostia e Fiumicino, la chiusura dell’anello ferroviario di Roma, il potenziamento della Salaria tra Passo Corese e Rieti. Si tratta di opere ferme da decenni a causa di ritardi della burocrazia e della politica, di qualsiasi colore e schieramento. Negli ultimi mesi il governo ha nominato un team di commissari straordinari per portarle a termine, ma i lavori devono ancora partire. La crisi di governo non aiuta ma il Covid, spiega il sindacato, potrebbe essere il pretesto per aprire i cantieri. I soldi, del resto, ci sono. «Pensiamo ai finanziamenti stanziati per il dissesto idrogeologico – spiega Fabio Turco segretario generale Filca Cisl Lazio – il Lazio è riuscito ad appaltare solo il 40% delle risorse transitate negli ultimi dieci anni». Intanto l’edilizia soffre per la pandemia: «Abbiamo perso oltre 50mila posti di lavoro dall’inizio della crisi – conclude Fabio Turco – rispetto al 2019 quasi 500 imprese hanno chiuso». (Salvatore Giuffrida)

Stampa
Follow by Email
Twitter
Visit Us

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *